2016

marzo 14 2017, 0 Comments

XXI Triennale
2 Aprile – 12 Settembre 2016

Torna a Milano dopo vent’anni, la XXI Triennale Internazionale che si svolge dal 2 Aprile al 12 Settembre 2016.
Dopo l’ultima edizione del 1996 rinasce questa grande Esposizione, portatrice di una riflessione a tutto campo sull’evoluzione attuale e futura dei modelli di progettazione e produzione, in una dimensione multidisciplinare.
Il tema è di grande attualità: “Design After Design” indagherà il mondo del design del ventunesimo secolo per “decodificare il nuovo millennio”, toccando le questioni più discusse attualmente sul tema del progetto, come le conseguenze della crisi economica, l’impatto della globalizzazione, la relazione tra la città e il design, il rapporto con le nuove tecnologie dell’informazione, i makers e le nuove forme di artigianato.
La grande manifestazione si declinerà in numerose esposizioni che si svolgeranno in diverse sedi dalla Triennale al Parco Sempione alla Fabbrica del Vapore,  dall’HangarBicocca ai Campus di Politecnico e Iulm, dal Museo delle Culture al Museo della Scienza e della Tecnologia, dalla Permanente al Museo Diocesano, fino alla Villa Reale di Monza.

New Craft

Nell’ambito di questa kermesse straordinaria si inserisce con forza “New Craft”, un progetto espositivo curato e ideato da Stefano Micelli.
Al noto economista veneziano, che da tempo si occupa della contaminazione virtuosa tra lavoro artigiano ed economia globale, promuovendo il design e la creatività come vantaggi competitivi dell’impresa italiana, la Triennale ha chiesto di indagare i rapporti tra design e artigianato, tradizione e innovazione nel multiforme territorio del “saper fare” oggi.
L’esposizione che ne è nata, presentata presso il bellissimo spazio-laboratorio della Fabbrica del Vapore, intende mettere in scena in modo spettacolare e coinvolgente il sodalizio spesso sorprendente fra innovazione tecnologica e manifattura d’eccellenza.
“New Craft”, spiega il curatore, “vuole mettere in mostra l’incontro originale fra saper fare artigiano e le potenzialità delle nuove tecnologie. L’obiettivo non è tanto mostrare una selezione di oggetti, quanto piuttosto coinvolgere il visitatore in un ambiente dove è possibile scoprire i processi che caratterizzano il nuovo design e la nuova manifattura di qualità. Pensiamo spesso alla tecnologia come a uno strumento di razionalizzazione che esclude l’uomo dalla produzione. Questa mostra proverà a convincere il visitatore proprio del contrario, mettendo in evidenza l’incontro virtuoso fra tecnologia e saper fare della tradizione.”

Mutations
2 Aprile – 31 Maggio 2016

Tra le mostre allestite presso il padiglione “New Craft”, di particolare importanza è “Mutationsorganizzata da Vacheron Constantin, la storica Maison ginevrina da sempre mecenate dei mestieri d’arte in Europa, che ha appoggiato questo progetto coniugando la propria visione di eccellenza alla sensibilità verso le declinazioni contemporanee del fare.
L’esposizione ha luogo dal 2 Aprile al 31 Maggio 2016 in collaborazione con l’Institut National des Métiers d’Art e il Musée des Arts Décoratifs di Parigi.
Mutations mette in risalto nove oggetti ispirati a storici esemplari del Musée des Arts Décoratifs e realizzati da artisti e artigiani internazionali.

GemaLab
2 e 8 Aprile 2016

Sabato 2 e venerdì 8 aprile 2016, nei suggestivi spazi del “Porcellino”, alle spalle della Fabbrica del Vapore, avranno luogo gli atelier didattici GemaLab.
In queste due occasioni, alcuni maestri artigiani delle Cinque Vie incontreranno i giovani delle classi medie dell’Istituto Cavalieri, coinvolgendoli in laboratori artigianali finalizzati a un orientamento intelligente delle giovani generazioni.
Ad opera di alcuni maestri artigiani delle Cinque Vie, con il coordinamento di Claudia Barana, animatrice a Milano di diverse attività culturali, si svolgeranno quattro workshop che consentiranno a quasi duecento ragazzi di vivere un’esperienza diretta molto coinvolgente: dal restauro ceramico (Pia Virgilio – Laboratorio di restauro di materiali ceramici) a quello pittorico (Laura Menegotto – Laboratorio di restauro di dipinti; Anna Pirovano – Studio Luigi Parma), dalla decorazione (Angela Florio – DecorAzione) al “digital manufacturing” (The Fablab).
I laboratori sono resi possibili grazie alla collaborazione tra Fondazione Cologni, Associazione 5 Vie e SIAM 1838 – Società d’Incoraggiamento d’Arti e Mestieri, con il sostegno di Vacheron Constantin, la maison ginevrina di alta orologeria, storica sostenitrice dell’alto artigianato.


Laboratori di design al Museo Poldi Pezzoli

2-3 Aprile 2016
16-17 Aprile 2016

Nei weekend del 2-3 e 16-17 Aprile 2016 in concomitanza con le Giornate Europee dei Mestieri d’Arte e l’inizio della XXI Triennale, avranno luogo presso il Museo Poldi Pezzoli, scrigno di meraviglie d’arte e d’arte applicata e casa museo amatissima dai milanesi, i laboratori per bambini e famiglie promossi in collaborazione e con il sostegno della Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte sul tema del design.
In particolare, queste attività didattiche si collocano nel significativo contesto della mostra “Quasi segreti” (Museo Poldi Pezzoli, 16 marzo / 25 aprile 2016), a cura di Beppe Finessi: una mostra sul mondo contemporaneo dei cassetti, elementi evidentemente funzionali ma anche capaci di suggerire visioni, riaccendere memorie, coltivare storie e innescare suggestioni, stimolando la creatività e la voglia di sperimentazione di architetti, designer, ebanisti.
Su questo oggetto che è presenza domestica consolidata nella nostra tradizione dell’abitare i ragazzi e genitori saranno invitati a riflettere usando la testa e le mani, in un gioco creativo che diventa anche un’esperienza manuale e un percorso di conoscenza.

www.museopoldipezzoli.it/

Botteghe aperte nelle Cinque Vie

In concomitanza con il Salone del Mobile, sabato 16 e domenica 17 Aprile 2016 alcune selezionate botteghe artigiane dell’area delle Cinque Vie hanno aderito all’invito dell’Associazione 5 VIE e di Fondazione Cologni e resteranno eccezionalmente aperte per ricevere ospiti e visitatori per mostrare e raccontare i segreti di un saper fare unico, capace di coniugare tradizione e innovazione con maestria inimitabile.
Hanno aderito al circuito: Ambrogio Carati, Bianca Bassi, Daniela de Marchi Atelier, DecorAzione di Angela Florio, Giusy Bresciani, Guido De Zan, Laboratorio Paravicini, La Cucitoria, Laura Menegotto, Legatoria Conti Borbone, Pia Virgilio, Pilgiò, Sacchi Restauri, Sotto il Gazebo, Spazio Omnia, Taglieria Italiana Crippa.
Un’occasione importante per far conoscere questo patrimonio milanese anche al grande pubblico internazionale amante del design e delle bellezze italiane.
Le botteghe saranno aperte dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00.

 

Schermata del 2016-04-13 10:31:14

Guardate lo speciale che racconta le storie degli artigiani delle 5Vie: www.permilano.it

www.5vie.it